Parrocchia San Giacomo - Lucera FG
- Santo del giorno: S. Elena imperatrice

Parrocchia San Giacomo Maggiore Apostolo - Lucera

Vangelo della Domenica: Quando pregate, dite …Padre nostro,….”

Vangelo della Domenica: Quando pregate, dite …Padre nostro,….”

primopiano > news

XVII domenica per annum – C : “Quando pregate, dite …Padre nostro,….”

Il cammino di queste ultime domeniche lo possiamo riassumere così: il buon samaritano ci ha fatto scoprire come farci noi prossimo per il fratello bisognoso. Maria, a Betania, ci ha ricordato come sia necessario ascoltare il Maestro con cuore attento e disponibile. In questa domenica la Parola di Dio ci pone  di fronte al tema della preghiera. Ai discepoli che gli chiedono di poter imparare a pregare Gesù non risponde rimandandoli a qualche preghiera particolare usata nella liturgia del Tempio o al grande libro dei Salmi, egli insegna una preghiera tutta sua. I discepoli comprendono che la preghiera di Gesù era diversa da quella insegnata dagli altri maestri spirituali di Israele e anche da Giovanni, per questo gli chiedono di insegnare loro la sua preghiera.

Vogliamo imparare dalla grande preghiera di Gesù a riconoscere il Padre, a saperlo santificare; a Lui chiediamo il “pane”, e anche ogni genere di bisogno e necessità perché Lui risponda a tutti con la sua Provvidenza; infine gli chiediamo il perdono dei peccati e la grazia di non essere abbandonati nella tentazione.

La preghiera ha bisogno poi di fedeltà e fiducia. L’esempio dell’amico inopportuno che “costringe” l’amico già a letto a dargli del pane, ci sprona a saper essere fiduciosi e a saper “insistere” nella preghiera. Gesù continua, alla fine, ad invitarci alla fiducia perché il Padre ci dona sempre “cose buone e necessarie” alla nostra vita. 

Quante volte però abbiamo rimproverato Dio perché non ci ha ascoltati, o meglio non ha fatto come a noi sembrava migliore e utile. Invece il Padre ci dona sempre quello che è buono e utile per noi e per la nostra vita materiale e spirituale. Alla fine chiediamo, cerchiamo e bussiamo al cuore di Dio con fiducia, ci sarà data risposta, ma soprattutto alla fine Dio ci darà “lo Spirito Santo”. E questo dono ci renderà capaci di ascoltare il Maestro, di farci prossimo per ogni fratello, ci aiuterà a metterci dietro a Lui nella sequela.

Don Luigi Tommasone

www.parrocchiasangiacomo.org


<<pagina precedente