Parrocchia San Giacomo - Lucera FG
- Santo del giorno: S. Padre Pio da Pietrelcina

Parrocchia San Giacomo Maggiore Apostolo - Lucera

III di Avvento - anno B – “Voce di uno che grida nel deserto…rendete dritta la via del Signore”

III di Avvento - anno B – “Voce di uno che grida nel deserto…rendete dritta la via del Signore”

primopiano > news

III di Avvento - anno B – “Voce di uno che grida nel deserto…rendete dritta la via del Signore”

 La Parola di Dio che oggi ascolteremo ci invita alla gioia, all’esultanza nel Signore, perché ormai vicino è il Natale del Signore. Il brano evangelico che ascolteremo è preso dal primo capitolo del Vangelo di San Giovanni. È una parte del prologo giovanneo, pagina importante e ricca di temi cari al discepolo prediletto. Anche questa domenica ci presenta la testimonianza di Giovanni Battista . Da lui vanno i messaggeri dei Giudei che vanno a chiedergli: “Tu chi sei?”. Giovanni Testimonia che lui non è il Cristo! Egli è solo la voce e non la Parola! Una voce che grida nel cuore di tutti: rendete dritta la via del Signore! E annuncia la presenza di Gesù Cristo in mezzo agli uomini. Terza domenica di Avvento, la domenica che ci invita alla gioia. La gioia che nasce dal fatto che il Signore è ormai definitivamente "rivolto" col suo amore verso di noi. Il Signore ci ama e ci ricorda che, per noi, Lui continua ancora a dirci il suo amore e ci viene incontro in ogni eucaristia. È la sua presenza che ci fa gioire e ci dona la forza di poter ricominciare da capo. Gesù è annunciato dal Battista. Oggi il Precursore grida ancora nelle nostre orecchie, e alle nostre intelligenze, che è tempo di fare qualcosa perché ogni ostacolo (egoismo, odio, rancore, indifferenza, diffidenza...) sia tolto dalla nostra vita e dal nostro cuore, perché solo così sarà facile per il Signore inondare di grazia e la nostra vita e il nostro cuore . Egli non solo ci invita a convertire la nostra vita verso il Signore, ma ci testimonia che la vera e unica luce è Gesù. Non possiamo e non dobbiamo confonderci. Spesso anche noi ci lasciamo distrarre e confondere da altre luci… (e in questo periodo quante luci effimere cercano di abbagliare e confondere la nostra intelligenza e la nostra fede facendoci credere che il Natale sia solo luccichio e consumo), stiamo attenti e volgiamo la nostra attenzione alla vera luce che è quella eterna e divina e che appartiene solo a Cristo. Ma attenti! Ci potrebbe essere il rischio che “…la luce venne nel mondo, ma le tenebre non l’accolsero….”, come ci dirà il prologo di Giovanni che verrà proclamato nella Messa del Giorno. Oggi, affermiamo con forza che: la luce è Cristo; la Parola è Cristo; la vita è Cristo. Allora fratelli e sorelle prepariamo il nostro cuore, la nostra vita, ad accoglierlo seriamente. Accogliamo l’invito pressante di Giovanni il Battista e accogliamo il Messia-Gesù che viene….e viene oggi nell’eucarestia che celebreremo e vivremo… per poi riconoscerlo, sempre, nel fratello e nella sorella che ci chiedono di essere amati, con quello stesso amore con cui lo abbiamo ascoltato come Parola e mangiato come Eucaristia.

Don Luigi Tommasone

www.parrocchiasangiacomo.org


<<pagina precedente