Parrocchia San Giacomo - Lucera FG
- Santo del giorno: S. Adalberto vescovo

Parrocchia San Giacomo Maggiore Apostolo - Lucera

Vangelo della Domenica: Gli portavano tutti gli ammalati

Vangelo della Domenica: Gli portavano tutti gli ammalati

primopiano > news

 V Domenica per annum – B “…gli portavano tutti gli ammalati…”

Oggi il Vangelo, ci presenta la giornata tipo di Gesù. Marco così ci presenta quello che Gesù fa nell’arco di una giornata:nella Sinagoga, visita la casa i Pietro, incontra le persone e gli ammalati, si ritira in preghiera. Tutto è vissuto con intensità: l’incontro comunitario nella preghiera, l’incontro personale con l famiglia, l’incontro pubblico con chi è nel bisogno, l’incontro intimo con il Padre. La sua giornata è piena e nessuno è messo fuori dalla sua vita. C’è posto per tutti! C’è una parola per tutti!
Non c’è ambito umano (privato, pubblico, intimo) che non sia “abitato” da Gesù! La sua giornata è piena di relazioni. C’è un attenzione per tutti; c’è uno sguardo per tutti; c’è una presenza salvifica per tutti; c’è il desiderio di arrivare a tutti!
Abbiamo anche noi da “metterci sulle orme” di Gesù per imparare da Lui! 
Sì, impariamo dal Maestro come vivere la dimensione comunitaria della nostra fede; le relazioni familiari, anche quelle relazioni che ci portano a dovere toccare o accogliere una malattia; le relazioni con gli altri, specialmente con i fratelli che hanno bisogno di noi; le relazioni intime col Padre, fatte di preghiera e adorazione.
Perché tutti vanno da Gesù? Perché Lui ha tempo, disponibilità, accoglienza e pazienza per tutti. La sua mitezza, la sua dolcezza e la sua affabilità attirano. E noi? Siamo capaci di attirare a noi con la nostra mitezza, con la nostra dolcezza e con la nostra affabilità? Spesso siamo così spigolosi, rancorosi, tristi, depressi, delusi, pieni di accidia e di indolenza che allontaniamo quanti ci incontrano o vogliono farsi incontrare. 
Signore donaci di imparare da te a riempire la nostra vita di relazioni positive e profonde. Solo così la nostra vita sarà ricca della presenza del Padre, dei fratelli e anche della croce abbracciata per amore!

don Luigi


<<pagina precedente