Parrocchia San Giacomo - Lucera FG
- Santo del giorno: Madonna della Consolazione

Parrocchia San Giacomo Maggiore Apostolo - Lucera

Vangelo della Domenica: Lo spirito lo portò nel Deserto!

Vangelo della Domenica: Lo spirito lo portò nel Deserto!

primopiano > news

I Domenica di Quaresima – B “..lo Spirito lo portò nel deserto…”

Il Vangelo di oggi, come ogni prima domenica di Quaresima, è riservato al racconto dell’esperienza di Gesù nel deserto. Il Vangelo di Marco è molto essenziale. Al Giordano Gesù entra nelle acque per condividere con noi la condizione umana della fragilità e della debolezza. Lo Spirito Santo scende su di Lui e il Padre lo presenta al mondo come l’Amato. Lo stesso Spirito lo “getta” (letteralmente) nel deserto. In questo luogo desolato e senza sicurezze, ma ideale per il silenzio che aiuta ad ascoltare la voce di Dio, qui Gesù permette al diavolo di tentarlo. Gesù, solidale con noi, vuole sentire la debolezza dell’uomo nel momento in cui è tentato. Ma nel deserto Gesù vi sta da Signore, nuovo Adamo, vive con “le bestie selvatiche” e gli angeli lo servono. Dopo questo tempo di silenzio, Gesù inizia la sua missione: “Il regno è vicino….convertitevi e credete al Vangelo.
Anche noi all’inizio di questo tempo santo, mentre guardiamo lo splendore della Pasqua, vogliamo entrare con Gesù nel deserto per imparare da Lui ad ascoltare il Padre, e a renderci “forti spiritualmente” con l’esercizio della preghiera, del digiuno e della carità, così da poter vincere le nostre quotidiane tentazioni che si chiamano: pigrizia, superficialità, indifferenza, arroganza, superbia, gelosia e invidia, egoismo, ricerca spasmodica del piacere, sopruso, violenza verbale fisica e morale, cattiveria, giudizio e abbandono….
Rendiamoci liberi seguendo Gesù, facciamo vivere in noi lo Spirito che dal Battesimo ci ha messi nelle condizioni migliori per seguire e amare Lui. 
Solo così il Regno prenderà dimora e regnerà nella nostra vita e saremo capaci di compiere opere di conversione concrete, fatte di piccole, ma significative scelte, che diranno che abbiamo deciso di lasciarci trasformare dall’amore di Gesù.

don Luigi Tommasone


<<pagina precedente