Parrocchia San Giacomo - Lucera FG
- Santo del giorno: S. Marco vescovo

Parrocchia San Giacomo Maggiore Apostolo - Lucera

Amatevi come io ho amato voi

Amatevi come io ho amato voi

primopiano > news

INTRODUZIONE ALLA LITURGIA DELLA PAROLA
In questa sesta domenica di Pasqua  nel brano evangelico che ascolteremo Gesù continua a dare le sue ultime raccomandazioni agli Apostoli. Le stesse le offre anche  oggi anche a noi. Sono parole di grande e profonda intimità: “rimanete nel mio amore”… “la vostra gioia sarà piena”… “amatevi come io ho amato voi”… “non vi chiamo schiavi….ma vi ho chiamato amici”. Come non gioire per queste parole piene di amore e di consolante rassicurazione. 
È l’amore che ci fa “rimanere” nella vita di Gesù. Lui ci introduce nella vita del  Padre, in quella vita dove nessuno è mai penetrato, né gli angeli, né i Patriarchi, né i profeti. Invece il Figlio ci rende possibile l’accesso al “cuore di Dio”, perché noi siamo chiamati ad essere suoi “amici”. Quell’amore che dal Padre, attraverso il Figlio ci raggiunge, è un amore che poi attraverso di noi deve raggiungere i fratelli. Quella gioia piena che Gesù ci dona, non può restare in noi, ma attraverso noi deve raggiungere gli altri.. Quell’amore che spinse il Figlio a donare la sua vita per noi, deve motivare anche il nostro dare la vita per gli altri. Quell’amore che ci chiama “amici” e non “schiavi”, deve anche renderci capaci saper costruire relazioni fraterne con tutti. Quell’amore che ci tiene uniti alla “Vite”, ci dia la forza di essere tralci capaci di produrre frutti degni del nostro essere figli del Padre. 
Tutto questo per poter vivere e realizzare l’ultima raccomandazione del Vangelo di oggi: “Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri.”
Don Luigi Tommasone


<<pagina precedente